domenica 7 marzo 2010

Il Primo Post di Eureka!

Salve! Mi chiamo Marco.

Sono dedito a riflettere sulla Natura ed in particolare sul complesso fenomeno della Vita. La curiosità e la ricerca di risposte alle domande sull'esistenza mi hanno spinto ad intraprendere gli studi in Biologia.

Scrivere coadiuva il ragionamento: permette di riordinare e consolidare idee altrimenti evanescenti, e fornisce nuovi punti d'appoggio per successive elaborazioni.

Il linguaggio consente di esternare i pensieri, la scrittura è quindi la registrazione del pensiero, un modo di conservare frammenti di mente oltre la morte. Leggere permette infatti di ammirare la mente degli uomini del passato, nonché quella dei nostri contemporanei. Il lettore assume pertanto un ruolo complementare: senza di esso scrivere risulterebbe vano.

Ho deciso di aprire il presente blog, che intitolo “Eureka!”, allo scopo di mettere per iscritto le mie riflessioni altrimenti destinate all'oblio.


[Logo del blog, fotografia di cellule vegetali al microscopio, opera propria © tutti i diritti riservati]

Un blog è un esercizio di scrittura, un ottimo modo di affinare la propria abilità. Riuscire ad esprimere accuratamente i propri ragionamenti è fonte di soddisfazione.

La passione per lo scrivere influenza il mio carattere: apprezzo la solitudine ed il silenzio che conciliano la riflessione, sebbene non disdegni la buona compagnia. Le mie altre passioni sono la Pesca, l'Escursionismo e la Cucina; inoltre pratico sport individuali a livello amatoriale, quali Ciclismo, Podismo, Nuoto e Pesistica; perciò non escludo di dedicare alcuni articoli a questi argomenti.

Elenco di seguito i miei libri preferiti per indicare il mio orientamento letterario: Il Gene Egoista, di Richard Dawkins; L'Orologiaio Cieco, di Richard Dawkins; Il Caos e la Necessità, di Jacques Monod; 1984, di George Orwell, La Fattoria degli Animali, di George Orwell, Nuovo Mondo Impavido, di Aldous Huxley; Il Ciclo della Fondazione, di Isaac Asimov; Breve Storia del Futuro, di Jacques Attali; Cavie, di Chuck Palahniuk; Nelle Terre Estreme, di Jon Krakauer; Psicologia delle Folle, di Gustave Le Bon; Allegro ma non troppo, di Carlo M. Cipolla.

Mi auguro che Eureka riscuota il gradimento degli internauti.


Buona Lettura!
^___^


Printfriendly